venerdì 7 febbraio 2014

7 febbraio 50 anni dalla British Invasion dei Beatles


Il 7 febbraio 1964 la british invasion sbarca negli USA ed in questi giorni ricorre il 50 ° anniversario del primo concerto dei Beatles in America, avvenuto l'11. Due giorni prima, il gruppo si presentò alla nazione nella trasmissione "The Ed Sullivan Show" seguiti da 750 fortunatissimi in studio e oltre 73 milioni di persone in tv!


I "Fab Four" di Liverpool furono accolti da oltre 3.000 fan isterici, quasi una rivolta all'aeroporto JFK.
Dopo il concerto, si diressero a sud di Washington DC al Coliseum


La "Beatle-Mania" era nata di recente negli US, in precedenza le stampe dei loro dischi erano state molto osteggiate. La devozione avvenuta da un giorno all'altro, con la loro "I Wanna Hold Your Hand" a scalare le classifiche dove arrivò rapidamente in cima, vendendo più di 5 milioni di copie in sette settimane e successivamente con "She Loves You", già un successo in Inghilterra.
Carroll James fu il primo DJ a far girare il brano sulle onde radio negli Stati Uniti. La successiva popolarità dei Beatles nella capitale ispirò la visita della band al quartiere dopo la loro performance al Sullivan.
Il concerto presso il Washington Coliseum fu accompagnato durante tutta la performance dalle urla della folla: "Roll Over Beethoven"; "From Me to You," "I Saw Her Standing There," "This Boy"; "All My Loving," "I Wanna Be Your Man," "Please Please Me," "Till There Was You," "She Loves You," "I Wanna Hold Your Hand"; "Twist and Shout," ... 
Ad iniziare da oggi  si ricordano quei giorni che musicalmente gettarono un ponte tra l'America e gli Uk, l'inizio della british invasion, seguiti dai Rolling Stones, Kinks, Animals, Hollies, Troggs..fu la conferma del cambiamento in atto avviato da Elvis e che la storia dei 4 ragazzi di Liverpool era destinata a divenire leggenda.