mercoledì 6 novembre 2013

Terry Riley : Una leggenda minimale


Nato nel 1935 nella Sierra Nevada della California del Nord, Terry Riley ha lanciato quello che oggi è conosciuto come il movimento minimalista, con il suo classico rivoluzionario "In C" del 1968. Questo lavoro seminale ha fornito la concezione di una forma composta da schemi ripetitivi ad incastro che avrebbe cambiato il corso della musica del 20 ° secolo influenzando fortemente le opere di Steve Reich, Philip Glass e John Adams, così come i gruppi rock dei The Who, The Soft Machine, Curved Air, Tangerine Dream e molti altri... Tre gli anni 1960 e '70 ha rivolto la sua attenzione al lavoro da solista ed all'improvvisazione per tastiere elettroniche e sax soprano.
Questo approccio ha comportato un'altra serie di opere miliari, "A rainbow in Curved Air" , "Poppy Nogood and the Phantom Band", "The Persian Surgery Dervishes" e "Shri Camel"...il terreno per il movimento New Age, che doveva apparire una decina di anni più tardi. 
Nel 1970 ha studiato il canto vocale di un maestro del nord dell'india Pandit Pran Nath, accompagnandolo in concerto, insegnando in seguito i raga indiani nel suo college di Oakland.  Con l'album del 1985 vince un grammy "Salome Dances for Peace" con il gruppo dei Kronos Quartet
Questa breve introduzione del lavoro di Terry Riley può dare l'idea della grandezza del suo lavoro e da cui partire con un ascolto approfondito dal primo album del 1966 "Reed Streams" ( una raccolta delle prime composizioni ) per passare ai mantra del più famoso ed acclamato "In C".. 
Con gran parte della musica e spettacoli di Riley, è necessario essere pronti ad apprendere un modo diverso di essere ed ascoltare, ad accettare la combinazione di dolcezza, ingenuità e senso di meraviglia che si irradia attraverso il suo lavoro. Per Riley, il virtuosismo strumentale e la sua immaginazione compositiva sono le porte verso l'esplorazione di una coscienza musicale globale.

Acquista da Freequenze records