lunedì 23 settembre 2013

Gruppo Di Improvvisazione Nuova Consonanza ‎– Musica Su Schemi



Nei primi anni 1960, Franco Evangelisti assembla il Gruppo Di Improvvisazione Nuova Consonanza , un collettivo di compositori italiani di cui fece parte anche  Ennio Morricone alla tromba.

Lo scopo era di diffondere la musica contemporanea ispirandosi a rivoluzionare la composizione attraverso l'improvvisazione di gruppo, come loro pari, aveva fatto Karlheinz Stockhausen con "Musique Concrète". Una significativa influenza in studio è stato l' uso  degli scacchi per definire i parametri chiave della loro musica.

Prendendo spunto dalla copertina di “Musica su schemi” si può dire che i musicisti del GINC stavano sulla scena come le pedine su una scacchiera, differenziati dalla quantità di movimenti eseguibili, e potevano essere rimossi od aggiunti al fine di ottenere variazioni di orchestrazione piuttosto consistenti. 

Le combinazioni non erano certo infinite ma offrivano comunque un buon numero di soluzioni possibili  
Musica Su Schemi è suono imprevedibile, fluido e sempre segnato da una tensione tra gli artisti e il loro rifiuto consapevole delle forme tradizionali.

I membri del gruppo stesso in seguito furono da riferimento  importante per la musica del 20 ° secolo, anche se nessun altro ha guadagnato la notorietà di Morricone.
Ciò nonostante, l'influenza sulla composizione moderna dura.
Come spiegò il compositore / sassofonista John Zorn, "[Essi] hanno contribuito a fondare una tradizione radicale di improvvisazione musicale occidentale che doveva poco o nulla a nessuno e ha creato alcune delle musiche più strane che siano mai state fatte."

Il disco è stato pubblicato nel 1976 su  Cramps Records per la serie "Nova Musicha n.9" cat.CRSLP 6109 ( 100/150euro ) e ristampato dalla Get Back nel 2002 e nel 2013 dalla Superior Viaduct.