martedì 30 luglio 2013

Crass - Penis Envy


Acquista da Freequenzerecords



"All'uscita del disco ( 1981 ), i Crass vennero accusati di antifemminismo, ma sappiamo che spesso le band punk anarchiche usavano ed usano simboli e parole molto dure per denunciare uno stato, una condizione sociale, che in quel caso vedeva le donne sottomesse a regole comportamentali definite e circoscritte dalla chiesa e da una società maschilista. Il disco è per intero cantato dalle voci femminili del gruppo  Eve Libertine e Joy De Vivr.

La copertina ( la prima stampa è apribile a poster ), come il titolo fa riferimento all'idea di Freud sull'invidia del pene, venne censurata e sequestrata da una buona parte dei negozi che boicottarono il gruppo. Il terzo disco del gruppo non si discosta molto dal loro genere anche se viene fortemente influenzato dalle atmosfere dark wave di quegli anni..."